Slider

Ristrutturazioni edilizie 2020, come usufruire delle detrazioni fiscali del 50%

 Nel caso di ristrutturazioni è possibile distinguere due tipologie di detrazioni fiscali:

  • quelle per la semplice ristrutturazione edilizia dell'appartamento (bonus casa con o senza miglioramento energetico);
  • quelle per gli interventi di riqualificazione energetica (ecobonus).

Qui di seguito sono riassunte le detrazioni fiscali previste per gli interventi di ristrutturazione edilizia sulle unità immobiliari residenziali e sugli edifici residenziali.

 

Su questi interventi, la Legge di Bilancio per il 2020 ha previsto una detrazione fiscale del 50% per quelli realizzati entro il 31 dicembre 2020.

Dopo il 31 dicembre 2020, la detrazione fiscale diminuisce al 36% (ma negli ultimi anni, le leggi di Bilancio hanno tendenzialmente confermato il 50% di anno in anno).

I contribuenti possono detrarre dall’Irpef il 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2020, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

 

Cosa prevede la norma

La norma prevede che è possibile beneficiare della detrazione del 50% delle spese sostenute per i seguenti interventi sulle unità immobiliari residenziali e sugli edifici residenziali:

  1. manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze (lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del D.P.R. n. 380/2001 - Testo Unico Edilizia);
  2. manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia (lettere a), b), c) e d) dell’articolo 3 del D.P.R. n. 380/2001 - Testo Unico Edilizia) effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali;
  3. bonifica dall’amianto e di esecuzione di opere volte ad evitare gli infortuni domestici (tra le opere agevolabili rientrano l’installazione di apparecchi di rilevazione di presenza di gas inerti, il montaggio di vetri anti-infortunio, l’installazione del corrimano);
  4. finalizzati a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi (non rientra nell’agevolazione, per esempio, il contratto stipulato con un istituto di vigilanza);

 

Fonte: www.lavoripubblici.it

Ultima modifica il 04 Ago 2020
Ristruttura Casa e
risparmia grazie all'Ecobonus

Incentivi fiscali per la ristrutturazione di casa

Ultime notizie sugli incentivi fiscali per la ristrutturazione di casa: info su bonus, agevolazioni e detrazioni fiscali 2020, iva agevolata e comunicazioni.

Slider

Progetto Chiavi in Mano

L’azienda è socia del consorzio CDSE con cui collabora per la realizzazione di alcune opere.
In particolar modo con il progetto «chiavi in mano», dove, la collaborazione con diverse ditte associate permette una programmazione dettagliata dei singoli lavori da realizzare e la tempistica di intervento in ogni fase lavorativa (chi fa cosa/come/quando), garantendo alla committenza un unico interlocutore con cui rapportarsi.

Slider
Slider

Contattaci per informazioni

 

Richiedi informazioni o un preventivo senza impegno

Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati

 

I nostri Partners commerciali e certificazioni

Slider